LinkedIn per Over 30, 40 e 50
3.6 (4 ratings)
Course Ratings are calculated from individual students’ ratings and a variety of other signals, like age of rating and reliability, to ensure that they reflect course quality fairly and accurately.
7 students enrolled

LinkedIn per Over 30, 40 e 50

Trovare lavoro sfruttando LinkedIn e l'esperienza maturata (parte del Metodo Colloquio Diretto)
3.6 (4 ratings)
Course Ratings are calculated from individual students’ ratings and a variety of other signals, like age of rating and reliability, to ensure that they reflect course quality fairly and accurately.
7 students enrolled
Last updated 3/2018
Italian
Price: $29.99
30-Day Money-Back Guarantee
This course includes
  • 2 hours on-demand video
  • 2 downloadable resources
  • Full lifetime access
  • Access on mobile and TV
  • Certificate of Completion
Training 5 or more people?

Get your team access to 4,000+ top Udemy courses anytime, anywhere.

Try Udemy for Business
What you'll learn
  • Farti trovare da potenziali datori di lavoro
  • Essere credibile agli occhi di chi ti valuta
  • Camuffarti per non farti scoprire dall'attuale datore di lavoro
Requirements
  • Profilo LinkedIn
Description

Ti dicono che è cambiato tutto. Sei vuoi trovare un nuovo lavoro devi avere un perfetto profilo LinkedIn e fare networking su questa piattaforma. Il datore di lavoro ti troverà, capirà il tuo valore e si metterà in contatto con te.

Ti metti subito all’opera per preparare quello che ti serve. Foto, sommario, lista delle aziende con cui ha collaborato, precisa descrizione dei tuoi compiti, conoscenze professionali che hai acquisito. Fai networking, partecipi alle conversazioni con interventi cortesi e professionali.

Risultato: nulla. Sembri invisibile...

Decidi allora di aumentare il tuo impegno. Cerchi articoli in linea con la tua attività e li condividi. Arrivi addirittura a scrivere dei post dove riporti quella interessante esperienza che nel tempo hai accumulato e non vedi l’ora di condividere con il tuo prossimo datore di lavoro.  

Ancora nessuna offerta di lavoro ma…Succede qualcosa di imprevisto: peggiora l’atteggiamento nei tuoi confronti da parte dell’attuale azienda.

C’erano già dei problemi, non per niente stavi cercando un nuovo lavoro, ma adesso le cose sono peggiorate di colpo. Il rapporto con il tuo capo è diventato distante, freddo. Le risorse umane ti guardano quasi come se tu fossi un appestato o un cospiratore.  

Che cosa è successo?  L’attuale datore di lavoro ha capito che te vuoi andare per cui stai rischiando di perdere il lavoro prima di trovarne un altro.  

Cosa ti insegnerò.  

Tratterò le particolari attività che permettono di rendere “diretto” questo strumento per raggiungere la migliore efficacia nella massima riservatezza.

Questo ti permetterà di:

  1. Farti trovare da potenziali datori di lavoro

  2. Essere credibile agli occhi di chi ti valuta

  3. Camuffarti per non farti scoprire dall'attuale datore di lavoro

Alcune referenze di chi ha provato il Metodo Colloquio Diretto.

Assolutamente Consigliato. Le aspettative sono state sicuramente superate. Il metodo che David propone è uno strumento utilissimo per farsi notare nel mondo del lavoro ed aspirare a nuove posizioni lavorative in linea con le proprie competenze ed ambizioni. Un’ottima applicazione di una lettera di vendita... E sì perché proporre una candidatura è proprio quello, vendere sé stesso. Giovanni Cremonesi - Area Sales Manager

Ottimo acquisto! Mi sono imbattuto in David per caso mentre stavo cercando in internet alternative all'invio del classico CV. Ci giro in torno per un po'. Poi mi decido ad acquistarlo. Scelta azzeccatissima! È semplice, scorrevole e molto efficace. Fornisce una prospettiva completamente nuova sull'argomento con spunti concreti e davvero interessanti. David molto disponibile per consigli e suggerimenti nel post acquisto. Lo consiglio molto. Mirco Rebecchi

Uno strumento senz'altro utile ed una nuova visione dell'autocandidatura. All'interno sono contenuti strumenti senz'altro utili ed innovativi sul come proporsi direttamente al datore di lavoro. David è disponibile e mi ha subito aiutato con utili consigli alla correzione del mio "cv drogato". Consigliato senz'altro. Mattia

Prodotto consigliato. Un corso diverso dal solito outplacement, riattualizza il vecchio invio cv direttamente all'azienda cambiando la prospettiva di come scrivere la lettera/CV. Stefano s.

Uno strumento veramente utile! Pensavo che il mio CV fosse più che soddisfacente e la mia esperienza importante se non distintiva eppure continuavo inesorabilmente a sbattere contro muri di gomma o ad esser chiamato per incarichi da junior che più junior non si poteva. Anzi peggio, ad essere chiamato da chi, di quello che avevo scritto, non aveva capito quasi nulla. Mcescher

Ottimo! Cambia radicalmente l'approccio alla ricerca del lavoro. Di conseguenza, è necessario un lavoro iniziale di preparazione che richiede comunque un minimo sforzo, ma soprattutto ti cambia la mentalità e la visione del rapporto candidato/datore di lavoro. Inoltre l'autore interagisce con il lettore con prontezza e competenza! Silvia Mazzucchelli

N.B. LinkedIn™ è un marchio registrato di LinkedIn Corporation negli Stati Uniti e negli altri Paesi tra cui l’Italia. Questo corso ed i prodotti/servizi ad esso collegati non sono in alcun modo supportati da (o affiliati con) LinkedIn Corporation. 

Who this course is for:
  • Over 30, 40 e 50 che cercano un nuovo lavoro
  • Chi vuole guadagnare di più, trovare nuovi stimoli, fare carriera o cercare nuove sfide
  • Chi non si sente apprezzato, ha un capo insopportabile o vive in un ambiente lavorativo poco sereno
  • Chi ha capito che in azienda le cose vanno male e vuole abbandonare la barca prima che affondi o che non ha fatto in tempo a farlo
Course content
Expand all 18 lectures 02:10:49
+ Perché LinkedIn Diretto (LD)
6 lectures 01:04:59

Ti dicono che è cambiato tutto. Sei vuoi trovare un nuovo lavoro devi avere un perfetto profilo LinkedIn e fare networking su questa piattaforma. Il datore di lavoro ti troverà, capirà il tuo valore e si metterà in contatto con te.

Ti metti subito all’opera per preparare tutto quello che ti serve. Foto, sommario, lista delle aziende con cui ha collaborato, precisa descrizione dei tuoi compiti, conoscenze professionali che hai acquisito.

Cominci allora a chiedere la connessione a chiunque pensi possa esserti utile. Fai networking, partecipi alle conversazioni con interventi cortesi e professionali. Vuoi far conoscere quelle tue capacità ed esperienze che sai di avere.

Risultato: nulla. Sembri invisibile.

Decidi allora di aumentare il tuo impegno. Cerchi articoli in linea con la tua attività e li condividi. Arrivi addirittura a scrivere dei post dove riporti quella interessante esperienza che nel tempo hai accumulato e non vedi l’ora di condividere con il tuo prossimo datore di lavoro.

Ancora nessuna offerta di lavoro ma…

Succede qualcosa di imprevisto: peggiora l’atteggiamento nei tuoi confronti da parte dell’attuale azienda.

C’erano già dei problemi, non per niente stavi cercando un nuovo lavoro, ma adesso le cose sono peggiorate di colpo. Il rapporto con il tuo capo è diventato distante, freddo. Le risorse umane ti guardano quasi come se tu fossi un appestato o un cospiratore.

Che cosa è successo?  L’attuale datore di lavoro ha capito che te vuoi andare per cui stai rischiando di perdere il lavoro prima di trovarne un altro.

Preview 03:19

In rete puoi trovare migliaia di consigli di come impostare un profilo LinkedIn e la sua applicazione. Li troverai in blog, libri e corsi di qualsiasi formatore professionista che si occupa di questa piattaforma.

Ti riporto solo quelli che mi hanno fornito un effettivo vantaggio. 

Elementi base
21:26

Ti hanno sempre detto che per farti trovare su LinkedIn devi descrivere le tue caratteristiche, capacità e conoscenze. Hai quindi preparato il testo del tuo profilo pubblico usando le parole chiave giuste, precise e ben definite. 

Riempi i tuoi testi di tutte quelle parole. Le inserisci ovunque: nel titolo, nel sommario, nei campi delle esperienze professionali, negli articoli e così via. Pubblichi e attendi.

Ricevi qualche rara visita ma di offerte di lavoro nessuna.

L’effetto che ottieni non è proprio quello che speravi. Eppure hai messo proprio tutto.

Cerchi allora di integrare il tuo testo con le cosiddette “soft skill” o, in italiano, le "competenze trasversali": quelle capacità che identificano le qualità personali, l'atteggiamento sul lavoro e le conoscenze relative alle relazioni interpersonali.

Passa il tempo ma di inviti per un colloquio di lavoro da parte di aziende interessate alla tua professionalità ne vedi pochi o nulla. Perché le aziende non ti trovano oppure scelgono di non contattarti?

Fatti trovare da chi ti cerca
10:51

Un altro vantaggio che il Metodo Colloquio Diretto ti permette di costruire tramite il tuo profilo LinkedIn Diretto è la credibilità.  

Preview 05:46

I quattro principali motivi per cui una persona decide di usare LinkedIn sono:

  • Vendere qualcosa
  • Offrire lavoro
  • Comunicare
  • Cercare lavoro

A meno che tu non sia un venditore o un recruiter o un divulgatore, aprendo e tenendo aggiornato il profilo stai comunicando al tuo datore di lavoro che non ti trovi bene in azienda. Stai cercando di cambiare, probabilmente per andare in qualche azienda concorrente. 

Da quel momento nessuno ti affiderà più un incarico importante e di responsabilità. Aumenti di stipendio o miglioramenti professionali? Neanche a parlarne. Sei aziendalmente morto.

Il problema non è che tu stia cercando lavoro: è che lo stai facendo pubblicamente. Questo mette a rischio l’immagine e la credibilità dell’azienda.

Compreresti un prodotto da un venditore che sta cercando di andarsene dall’azienda rappresentata? Consiglieresti un investimento su un’azienda in cui parte dei suoi manager e dirigenti si sono messi sul mercato?

Assolutamente no. Le reazioni dell’azienda a queste manifestazioni pubbliche, che mettono in dubbio la sua credibilità, possono essere rapide e brutali nei confronti del tuo rapporto lavorativo.

Camuffarsi nella pubblica piazza
18:51

Sei partito a usare le email o la posta cartacea ma ben presto ti sei accorto che l’attività necessaria a trovare gli indirizzi elettronici o fisici delle persone è tutt’altro che facile e veloce.

Ci sono volute ore per scoprire l’indirizzo di quella persona che probabilmente cambierà il tuo futuro professionale. Personalizzi il testo della tua proposta di collaborazione, invii tutto e parte l’attesa.

Dopo qualche tempo, la tua proposta torna indietro con un messaggio che ti informa che il documento non è stato consegnato. Le cause possono essere diverse: l’indirizzo è sbagliato, la persona non lavora più lì oppure semplicemente c’è stato un problema tecnico e il tuo tentativo non è andato a buon fine.

Che fai? La rimandi, sospendi o passi ad altro?

Esiste un altro modo per entrare in contatto direttamente con la persona a cui inviare la tua proposta di collaborazione ed essere certo che l’abbia ricevuta. Non necessita di alcuna particolare ricerca. Si fa tramite un servizio di LinkedIn denominato InMail. 

LinkedIn InMail + Esempio completo
04:46
+ Migliorare la tua credibilità tramite Referenze / Testimonianze
12 lectures 01:05:50

Le referenze sono le testimonianze da parte di persone che hanno lavorato con te o che semplicemente ti conoscono bene.

Le referenze sono uno straordinario strumento di riprova sociale. Le persone, tendono a ritenere maggiormente validi i comportamenti o le scelte che sono fatte da altre persone.

Riprova sociale: Le persone, in media, tendono a ritenere maggiormente validi i comportamenti o e le scelte che vengono effettuati da un elevato numero di persone. È il fenomeno psicologico-sociale alla base della diffusione delle "mode".

Robert Cialdini

Preview 04:35
Caratteristiche delle referenze
05:59

Le referenze sono più forti se la persona che te le fornisce è simile al destinatario della tua proposta di collaborazione per cui devi scegliere con cura quali usare secondo il caso. 

Tipo di referente
03:23

Le referenze devono apparire credibili. Inserire elementi falsi o generici che non si addicono a te, è il migliore modo affinché la tua proposta di collaborazione sia cestinata e il tuo nome sia ricordato come qualcuno con cui non si vuole avere alcun rapporto. Molto meglio non inserire referenze se non sono veritiere.

Credibilità della referenza
02:07

Se riesci ad essere tu a proporre al tuo testimone il testo della referenza, esistono delle strategie che possono renderla particolarmente efficace.

L’aspetto più importante delle referenze, riguarda il tema che vanno a trattare. Non solo devono esprimere i risultati che hai conseguito (es. “ha permesso di ridurre le fatture scadute dei clienti”) ma anche delle sensazioni provate a lavorare con te.

In assoluto, le referenze migliori sono quelle che vanno a superare le tipiche obiezioni che vengono fatte durante un colloquio e che ti portano a non essere considerato un candidato valido.

Contenuto della referenza
12:37
Formato della referenza
04:12
Lingua
01:46
Numero
01:24

Per essere sicuro di ottenere una buona referenza è necessario seguire una precisa procedura

Come ottenere buone referenze
08:06

Cerchi lavoro da qualche tempo ma di risposte ne ricevi poche. Pensi che le tue proposte non siano arrivate a destinazione per qualche problema tecnico oppure perché troppe persone si sono offerte alla stessa azienda.

Decidi di arrivare l’opzione della ricevuta di ritorno della tua casella email, così da essere informato se il messaggio è stato aperto.

Funziona! Ricevi la ricevuta di ritorno, la tua email è stata letta. Attendi qualche giorno, ma nessuno ti contatta. Forse non sei ancora riuscito a presentarti al meglio.

Mentre ti chiedi che cosa manca alla tua proposta, vieni contattato da un’azienda che ha ricevuto il tuo nome da un tuo ex collega. La segnalazione del tuo ex collega li ha convinti perché stanno cercando proprio una persona con le tue competenze.

Il colloquio sta andando bene ma, verso la fine dell’incontro, il selezionatore fa una richiesta inattesa. Chiede di fornire almeno due nominativi di persone che possono testimoniare le tue capacità. Sta chiedendo le tue referenze.

Sei impreparato, non ti aspettavi una cosa del genere e spieghi che non disponi di queste prove della tua credibilità. La persona ti informa che per loro procedura aziendale non possono proseguire la selezione.

Questa procedura è molto comune tra le aziende e probabilmente è il motivo per cui di risposte alle tue proposte di collaborazione ne ricevi poche.

Non hai mai dovuto chiedere a qualcuno di testimoniare la tua professionalità. Adesso capisci che la cosa è assolutamente necessaria. Il problema è che hai timore a chiedere referenze, non sai come fare.

Ti sembra quasi un obiettivo troppo alto da raggiungere. Esiste il modo per superare facilmente questo ostacolo mentale. 

Superare la paura di chiedere referenze
05:47

Ottenere referenze da parte di colleghi o superiori può colpire chi valuterà la tua proposta di collaborazione. Ma c’è un problema. Spesso ci sono aziende che reagiscono male quando pensano che un collaboratore stia cercando una nuova occupazione. Nei casi più estremi si può arrivare al mobbing o peggio. Bisogna stare attenti.

Referenze camuffate
08:25
Fai parlare i tuoi risultati personali
07:29