Gemart Special Close Defense Qualifica Basic
4.8 (7 ratings)
Course Ratings are calculated from individual students’ ratings and a variety of other signals, like age of rating and reliability, to ensure that they reflect course quality fairly and accurately.
17 students enrolled

Gemart Special Close Defense Qualifica Basic

Difesa Personale Istintiva
4.8 (7 ratings)
Course Ratings are calculated from individual students’ ratings and a variety of other signals, like age of rating and reliability, to ensure that they reflect course quality fairly and accurately.
17 students enrolled
Created by Emanuele Gesualdi
Last updated 6/2019
Italian
Current price: $30.99 Original price: $44.99 Discount: 31% off
5 hours left at this price!
30-Day Money-Back Guarantee
This course includes
  • 1 hour on-demand video
  • 1 article
  • Full lifetime access
  • Access on mobile and TV
  • Certificate of Completion
Training 5 or more people?

Get your team access to 4,000+ top Udemy courses anytime, anywhere.

Try Udemy for Business
What you'll learn
  • Vuoi imparare a difenderti?
  • Corso Base Gemart Special Close Defense
  • il corso base corrisponde alla cintura gialla e arancio e viene chiamata Basic
Requirements
  • tutti possono apprendere il corso Gemart
  • Chi svolge il corso nella pratica deve avere l'iscrizione ad un ente di promozione sportiva
  • potrai prendere la qualifica direttamente studiano online
Description

Gemart nasce in Inghilterra nel 1996 inizialmente solo per gli operatori della sicurezza. In Italia nel 2005 viene riconosciuta dallo CSEN-CONI e dall'Israeli College For Security and Investigation e negli anni si evoluta sempre di più proprio per dare ai civili, un sistema di difesa personale istintivo, non tralasciando il gesto tecnico di una tradizionale arte marziale come il ju jitsu o simili. Il fondatore e ricercatore M° Gesualdi Emanuele inizia la pratica di arti marziali nel 1979 e da allora, imperterrito, ha assiduamente studiato per migliorarsi e migliorare il sistema Gemart Special Close Defense.

Who this course is for:
  • un pubblico con l'esigenza di intraprendere un corso di difesa personale istintiva
  • Gemart può essere svolto come sistema di difesa personale o come arte marziale tradizionale
Course content
Expand all 8 lectures 01:31:28
+ Storia del Fondatore Gemart
1 lecture 19:24

Attraverso questi documenti gli studenti potranno acquisire nozioni importanti sia per come è strutturato il corso Gemart, che per tutta la conoscenza interiore e comportamentale del praticante

Introduzione
19:24
+ Lezione 3
1 lecture 02:44

Gemart acronimo di Gesualdi Emanuele Martial Art è stato creato a Saint Hill West Sussex East Grinstead Inghilterra nell’Ottobre del 1996.


G.E.S significa Gesualdi Emanuele Soke, ovvero il fondatore che lo ha riconosciuto in vari enti grazie ad altri Soke famosi in Giappone, in Israele, India, in Inghilterra, Italia ecc.


Gemart è un’arte che abbraccia molteplici ed efficaci discipline sia militari che civili.


Gemart non è solo l’espressione della conoscenza di studi fatti da GES, ma è anche una famiglia che nella traccia del tempo si è mantenuta per i valori umani e individuali, dall’etica alla formazione interiore e spirituale fino alla conoscenza più integra dell’Io. Detto in termini comuni: una ricerca e aiuto allo sviluppo delle capacità umane.


Nel tempo ha subito molti cambiamenti sia in positivo, nel rapporto di crescita tecnica, che in negativo per la mal comprensione di parole e fatti accaduti nel tempo.

Infatti è un dato stabile è che se non si chiariscono le parole non si comprendono gli argomenti.


Di fatto nonostante i vari mutamenti di stile, nomi, associazione e federazioni, è pur sempre rimasta una sana famiglia e in me che non si dica rimarrà sempre tale.


Ormai possiamo dire che l’evoluzione avanza ogni giorno alla velocità della luce ed è per questo che non possiamo più permetterci di rimanere a quei concetti a ritroso nel tempo focalizzati su arti marziali e tecniche ormai non più funzionali.

Ovviamente se non esistessero più gli aerei, i computer, le armi da fuoco ecc. allora, ma solo allora, sarebbe opportuno ristudiare tecniche antiche di arti marziali corpo a corpo con armatura per poi sperare che, chi vi è di fronte, non le conosca bene da potervi abbattere.


Ma finché viviamo un’era evolutiva dove anche le persone comuni sono addestrate a combattere e sopratutto gli aberrati, psicotici e criminali, sono aggiornati su schemi di attacco a sorpresa, non ci sono molte alternative.


Finche il mondo gira all’arrovescia e il crimine ci governa sarà sempre più difficile stare tranquilli in giro.

E finche questo sarà un dato di fatto, noi ci addestreremo sempre; Cerchiamo di essere sempre all’avanguardia per ogni settore che riguardi la sicurezza.


noi vantiamo le più moderne tecniche efficaci per la nostra sopravvivenza in larga scala.


Le tecniche sviluppate per ogni programma sono fondamentali ed istintive ed esclusivamente fatte per la sopravvivenza sia per uomini che per donne.


Tutte le tecniche sono state studiate, elaborate e perfezionate nel tempo.

Tale documentazione è video registrata e fotografata.

Tutte le tecniche efficaci sono state elaborate da GES a Saint. Hill West Sussex England nel 1996 e continuamente revisionate in Israele nel college di sicurezza da professionisti militari.


Chiunque copia le tecniche o i nostri programmi, per noi non ha un importanza rilevante, quello che importa è che tu possa svilupparli con i nostri sistemi di istruzioni e renderle efficaci per la tua sopravvivenza.


Gemart contiene l’essenza di moltissime arti marziali, poste in modo efficace e senza fronzoli, è stato un lavoro chirurgico e ci è voluta quasi una vita per realizzare un sistema che si possa adattare al tuo stile di vita.


Custodiscilo con rispetto.

Il logo Gemart

Il logo Gemart non è nato subito con Gemart nel 1996 ma è stato creato nel 2005.

9 anni dopo i vari approfondimenti, intensi test sull’efficacia Gemart e in fine è stato creato il primo logo.


All’interno di esso vorticano sopra alla terra 2 piramidi incastonate come lo yin e Yang (il perfetto equilibrio).


La piramide 1 quella rovesciata come il simbolo della donna, rappresenta i livelli del metodo dal più basso corso fino al più alto e infinito….

La piramide 2 con la punta in alto come il simbolo dell’uomo, rappresenta l’organizzazione, il sistema gerarchico dalla foundation verso il basso per tutti i vari settori e mansioni che un membro dell’organizzazione ha a disposizione.

Prima di iniziare il programma tecnico vorrei che leggessi questa parte estrapolata da uno dei libri del Fondatore.



L'istinto

L'istinto primordiale nasce e cresce con l'essere umano come nell’animale e qualsiasi altra forma vivente, esso è correlato alla nostra mente, alle nostre emozioni, ai nostri sentimenti, alle nostre sensazioni e alle nostre abitudini sin dall'età pre natale.

Qualcosa ci fa pensare alla probabilità che esso venga dal DNA.

L'istinto ci fa agire in modo positivo o negativo a seconda di come è stato impostato o ci è stato impostato:

Abitudini giornaliere, paura, odio, carattere, ecc.

L' istinto è come le fondamenta della casa, le radici della pianta, la base su cui poggia l'esistenza degli uomini.

L'istinto è la voce della Natura in noi, dotata di un potere immenso sul nostro essere.

Negli animali l' istinto fa compiere imprese incredibili: le api "sentono" i fiori a distanza e un cane o un gatto può avvertire un terremoto o un pericolo anche ore prima, un po' come il sesto senso per l'uomo.

Invece accade spesso che gli uomini ne siano spaventati e lo temano, cercando di controllarlo.

Accade perché l' istinto nasce prima che si formi la nostra idea del bene e del male. Ma è proprio questo che lo rende indispensabile per realizzare la nostra natura, proprio come accade ad animali e piante.

Molte cose possono aprire o chiudere le porte alla nostra componente istintiva: sono le nostre convinzioni, la concezione che abbiamo della vita, il modo di rapportarci a noi stessi, i ruoli che interpretiamo, ma anche l'educazione, le credenze religiose, il sentire comune, la morale.

Se tutte queste cose non interferiscono, l' istinto può fluire liberamente e il nostro comportamento sarà in armonia.

In caso contrario si può innescare un conflitto interiore che rischia di bloccarci, di renderci finti e infelici.

Impariamo ad ascoltarlo e a capire come funziona, come il seme che non si chiede se è giusto o meno germinare, o il leone ruggire, o la pecora belare.

Se riteniamo che l' istinto non debba disturbare la nostra vita e vada domato quando non represso, innescheremo un conflitto interiore cronico che finirà per farci prendere decisioni che non ci appartengono e ci spingono a vivere una vita fasulla.

Chi ascolta la voce dell'istinto si avvantaggia!!

Quando lasciamo che gli istinti fluiscano liberamente e si traducano subito in emozioni, sentimenti, pensieri, idee, creatività, allora, dalle zone profonde della mente arriva l'ispirazione per prendere ogni volta la strada giusta e vivere in uno stato armonico di benessere.

Questo è l'Istinto nel teatro universale, che da un lato ci aiuta e dall'altro ci debilita.

Cosa ci debilita?

In una situazione di pericolo, di aggressione, quando la nostra vita è a repentaglio, quando l'angoscia permane, il pericolo prende il sopravvento e spesso l'istinto ci fa agire in modo errato, perché la mente conscia o razionale, non ha la stessa rapidità di azione istantaneamente risolutiva che può avere l'istinto.

L’istinto come impulso inconscio reagisce allo stimolo meccanico seguendo una catena di reazioni molto spesso illogiche provenienti dalla mente fotografica detta anche inconscio.


Senza un apporto chiaro tra mente e corpo, conscio e inconscio, non sempre sarà facile salvarsi da situazioni pericolose, proprio perché la reazione stimolo - risposta non ha la stessa capacità di calcolo che ha la mente conscia.


La mente conscia è essenziale ma, in relazione all’apporto difensivo, è importate capire l’istinto primordiale o inconscio e come esso reagisce.


Quindi, nel contesto di difesa persona, è praticamente inutile studiare tecniche su tecniche in modo prettamente conscio.


Il lavoro che deve pretendere uno studente è quello di avere una risposta ad un attacco semplicemente usando:

  1. l’istinto primordiale modificato dalla memoria muscolare.

  2. La cinestetica e biomeccanica

  3. Lo sviluppo dei sensi e percezioni

  4. La prevenzione analitica.


Il continuo e imperterrito addestramento come in questo caso per la difesa personale, non deve avere la prevalenza solo fisica ma deve essere elaborato in modo semplice, rapido, intuitivo ma sopratutto deve poter cambiare e migliorare il rapporto istintivo, equilibrando mente e corpo.


In questi ultimi anni ho lavorato molto sulla mente umana ma la sua profondità è immensa o forse infinita.


Grazie proprio a questo, ho cambiato il sistema di lavoro nelle classi di studio nel mio stile e andando avanti con la lettura, capirete come questo accade.


Tutti noi sogniamo di crescere in modo esponenziale nella vita, negli affari, nell'amore, nel sociale; vogliamo vincere, essere importanti, determinati, ricchi, coinvolgenti ma nello stesso tempo spensierati, rilassati, sani, felici, soddisfatti e appagati, senza poter mai dire:

Sono stressato, stanco, depresso o insoddisfatto.


Niente è impossibile, tutto parte dal vostro interesse e obbiettivo.


Apriamo la mente all'evoluzione in modo determinato, aumentiamo la nostra potenzialità senza tante giustificazioni.


Entra come una freccia nei Target, nell’obbiettivo della vita!


Possiamo far centro ogni volta che vogliamo proprio come un arciere che si allena tutti i giorni per raggiungere il punto centrale, il bersaglio più difficile e irraggiungibile.


Il Target è l’obbiettivo, non solo per l'arciere ma di tutti gli esseri viventi:

Per un Leone il target è la gazzella e lo è per sopravvivenza.

Per un uomo il target è l'obbiettivo che si prefigge, il suo scopo o i vari scopi, non importa il numero o come raggiungerli ma quello che conta è perseguirli ed è questo che ci rende guerrieri ma sopratutto felici.

L’assioma è:

La felicità consiste nel perseguire i nostri sogni.

Noi siamo i guerrieri del nostro stesso universo.

Il Guerriero non lo dobbiamo immaginare solo con la corazza, elmetto e spada, oggi siamo tutti guerrieri, siamo tanti in cerca di cibo, di lavoro, di successo ma il sistema ci viene contro, ci debilita, ci scoraggia, questo di fatto è un fattore contrastante.


Oggi per vivere bene, di successo e di fama è necessario essere guerrieri dentro e fuori, senza mezzi termini.


Essere non solo l'arciere ma anche la freccia stessa e colpire ogni volta il target per vincere se stessi, le paure e per conquistare i vostri sogni.


Ribadisco che il mio stile non insegna solo ad essere guerrieri esternamente ma anche internamente, mentalmente e moralmente.



Il vero Maestro ci insegna a vivere con coraggio e determinazione, ad essere forti, sani, onesti ed equilibrati.


Durante le lezioni sfoghiamo la rabbia, simuliamo situazioni reali e siamo apparentemente cattivi e fuori di senno ma in realtà tirar fuori la rabbia, vuol dire per assurdo, scaricare energia negativa ed avere avuto controllo in qualunque situazione, ecco perché siamo buoni, accondiscendenti, sorridenti ed equilibrati; questo ci unisce in unica famiglia aumentando l'affinità e l’Amore.


L'istinto difronte a situazioni di pericolo ci fa fare cose strane del tipo:

mentre vieni minacciato da un malvivente con un pugnale in mano, nella maggior parte dei casi, ti potresti gelare dalla paura, bloccando tutti gli arti e quindi, tutte quelle tecniche che avevi imparato nel Dojo sotto casa? soldi buttati via? tempo sprecato?

Oppure ti fa agire con una tecnica inappropriata, spinti da una forte sopravvivenza e una forza incontrollata, incosciente ma probabilmente non era la giusta azione e ci facciamo molto male.


In palestra avremmo la possibilità di riprovare la tecnica ma nella vita vi potreste essere giocati l’ultima carta prima di tirare le cuoia.


È per questo che vanno simulate situazioni reali e sotto stress.

Il range di azione, per contrastare un attacco, non deve mai superare i 2 secondi che spesso dico, che sono sempre troppi.


Normalmente l'istinto di sopravvivenza ci porta a scappar via su tali situazioni e ciò è la cosa più giusta da fare ma non sempre abbiamo questa fortuna; puoi trovarti in auto, in un autobus, in treno, in aereo, in un locale dove in quell'angolo non ci sono vie di fuga, un vicolo ceco o circondato da altri mal viventi e quindi la modalità fuga non è realizzabile e sei costretto a reagire, come?

Prima di tutto nella maggior parte dei casi si tratta di una richiesta economica e sarei il primo a dirti di consegnare subito i soldi per salvaguardare la tua incolumità ma qualche volta può capitare il peggio:

Durante un furto l'aggressore non vuole che la sua identità venga svelata e quindi potrebbe tentare di ucciderti o di usarti come ostaggio.

una situazione di stupro, una situazione estrema dovuta a vari motivo: schizofrenia, droghe, estremisti religiosi, qualsiasi cosa che potrebbe portarti al verdetto finale.


solo quando la tua vita è veramente in pericolo e sei costretto a difenderti, a quel punto, il tentativo di usare tecniche e combattere è plausibile.

Devi reagire!

Sei costretto ad usare una strategia di sopravvivenza.


Uscire illesi da queste situazioni è una storia molto fantasiosa e utopica ma la speranza è quella di uscirne vivi e qui dobbiamo essere razionali.


Stiamo parlando della nostra vita o di quella dei nostri cari, non possiamo permetterci di immagazzinare tecniche inutili o da set cinematografico.

Lo possiamo sempre fare per bagaglio tecnico ma rimarranno sempre TECNICHE SECONDARIE.


Spesso in palestra si insegnano tantissime tecniche, combinazioni concatenate di tecniche e nella maggior parte dei casi in modo rilassato e spensierato ma questa non è la soluzione per cambiare il vostro istinto in un istinto reattivo e risolutivo.

Cosi nel tempo e meditando su queste situazioni reali che la vita ci pone, ho adottato un metodo che nel giro di poche lezioni, vediamo cambiare il nostro istinto, il nostro istinto può crescere e quello che dobbiamo ottenere è che la risposta all'azione e il gesto tecnico sono velocizzati e soddisfacenti.

Questo viene chiamato “Azione - Reazione”.


Per arrivare a ciò, si parte con un gradiente basso e alla portata di tutti, per poi ad ogni lezione aumentare il dosaggio.


Si studiano poche tecniche e istintive ma sopratutto molto efficaci, non sempre finalizzando l’immobilizzazione dell'avversario, il più delle volte una tecnica visivamente sporca ma efficace.

Si prendono di solito tre o quattro tecniche non di più e si sviluppano come segue:


  1. studio della tecnica singolarmente e a coppia

  2. refresh rapido (ripasso - memoria muscolare)

  3. multi attacco sotto stress con o senza protezioni

  4. simulazione di attacco a sorpresa, quando meno se lo aspetta.


Analizziamo i 4 blocchi.

La prima tecnica viene studiata a coppia lavorando sui particolari, poi se ne aggiunge un’altra, utilizzando anche dei sacchi da boxe se necessario.


La seconda fase Refresh rapido, le tecniche vengono ripassate in modo veloce e dinamico, cambiando spesso il partner.


Quando si aggiunge un'ulteriore tecnica, si ripassano sempre tutte da capo, la prima, la seconda, la terza ecc per immagazzinare memoria muscolare, velocizzare la dinamica della tecnica e la sua efficacia.


La terza parte (multi attacco), mette a dura prova l'istinto e memoria muscolare. Ci si mette al centro con occhi chiusi e si gira su se stesso veloce fino a perdere equilibrio e orientamento, poi a giro, gli attaccanti si faranno avanti con varie aggressioni riguardanti le tecniche che avete studiato in precedenza, nella maniera più realistica possibile.

A quel punto, chi sta al centro, lavorerà sotto stress, disorientato e affaticato ma è proprio l'abitudine di lavorare con questa pressione fisica e psicologica che ci aumenterà in modo esponenziale la nostra caratteristica difensiva e mutamento dell’istinto.


L’ultima fase, la 4, è un test efficace dove lo studente viene attaccato a sorpresa e il risultato sarà ottimale, noterete un palese miglioramento già dalle prime lezioni.


Questa è la prova del 9 per osservare se il nostro istinto difensivo sta crescendo correttamente.

Non dimenticate di svolgere questi 4 esercizi altrimenti non riuscirete ad avere rapidi risultati.


Il nostro istinto muterà proprio come desideravamo e saremo ogni giorno sempre più pronti a situazioni di disagio o di pericolo sia fisicamente che mentalmente.


Questo sistema aumenterà progressivamente con altri esercizi sempre sotto stress:

flessioni, saltelli, con pesi, al buio, in terreni sconnessi e con ostacoli, immersi nell'acqua senza ossigeno, al caldo estremo, al freddo estremo, con armi non letali ma che provocano un certo dolore, una condizione estrema sotto stress, con protezioni del corpo e senza protezioni, in sostanza, si cresce ad ogni lezione senza limiti.


Tra tutte le tecniche e armi del mio stile, la più accurata e profonda specializzazione è quella del coltello, estrapolata dall'esperienza militare, marziale e zigana.

Sia in Israele, Lituania, Ungheria e Inghilterra ho studiato il coltello militare e zigano.



Nella mia esperienza di Arti Marziali ho studiato il coltello in vari stili: Krav Maga, Hashita, Kali, Kung Fu, Ninjutsu e Kobu Jutsu. In uno dei miei viaggi in Ungheria ho appreso anche il combattimento con i coltelli della tradizione zigana.


Il concetto è che per potersi difendere da un arma bisognerebbe saperla usare, per questo ho sviluppato il programma tecnico sia nell'uso che nella difesa fino ad arrivare al combattimento coltello contro coltello (Scherma di coltello).


Partiamo sempre dai rudimenti di base per poi svilupparne sia l'uso che la difesa per qualsiasi arma.


Con il concetto tecniche PRIMARIE vorrei farvi capire che è impossibile difendersi da un’aggressione sia essa armata che non, andando a cercare consciamente una tecnica o una strategia nell’archivio mentale, non c’è tempo e quando arriva il sospetto di un aggressione la nostra mente conscia non solo non vi permette di cercare tecniche nell’archivio ma essa va in stand-by e quella che può reagire è solo la mente inconscia.

La mente inconscia si base su stimolo - risposta, è istinto puro e non razionale. Quindi se non si addestra l’istinto con semplici tecniche di sopravvivenza e attraverso i 4 esercizi sopra elencati, non avremmo mai chance, forze fortuna ma non è il motivo per cui studiate Gemart.


Mettiamoci di fronte ad una situazione di attacco in condizioni di negoziare e calmare la situazione.

Cerchiamo sempre di mostrare le mani in segno di pace, questo ci aiuterà a tenere una guardia alta e ben serrata proteggendo gli organi interni.

Se il range tra voi e l’avversario si stringe, è importante chiudersi a tartaruga proteggendo gola, tempie, occhi.

Prima di stringere il range cerchiamo di negoziare verbalmente e di comunicare con il linguaggio del corpo il nostro avversario.

Cerchiamo di persuaderlo mantenendo una buona protezione.

Se l'avversario attaccherà, la vostra protezione a tartaruga vi aiuterà a sostenere il suo attacco e potervi dare quel secondo vitale per contro attaccarlo.




SEGUI IL PROGRAMMA CON LA CRONOLOGIA DI STUDIO, NON SALTARE NESSUNA PARTE, POTRESTI TROVARE DELLE DIFFICOLTA’ ANDANDO AVANTI.


Preview 02:44
+ Audio conferenza relativa alla cintura gialla
1 lecture 23:05
Audio Conferenza relativa alla cintura gialla
23:05
+ Quiz
0 lectures 00:00

> Leggi il testo precedente per poter svolgere il Quiz

> se è necessario rileggi il testo e rispondi nuovamente

> quando il cerchio in alto diventa completamente verde e raggiunge la coppa, potrai ricevere il tuo diploma.



Quiz Gemart
13 questions
+ 2° Livello Cintura Arancio
1 lecture 10:42
Tecniche di base a terra della cintura arancio
10:42
+ Audio conferenza cintura arancio
1 lecture 21:01
Audio conferenza cintura arancio
21:01
+ QUIZ ARANCIO
0 lectures 00:00
Quiz Arancio
9 questions